Nettuno, nasce un nuovo polo civico

riceviamo e pubblichiamo

“Dopo esserci confrontati ed aver preso atto della incapacità politica – amministrativa e della litigiosità della maggioranza che governa la città, sfociata nei giorni scorsi in un deplorevole e violento litigio, abbiamo deciso di intraprendere un percorso comune di attività politica locale e di costruire un polo civico. La Città sta vivendo momenti di regressione economica, sociale e di immagine, a cui bisogna dare soluzione. Siamo pronti a confrontarci su di un progetto partecipativo, che riguardi sia l’ordinaria amministrazione, legata ai servizi quotidiani verso i cittadini, sia riguardo lo sviluppo economico, non più rinviabile, per creare posti di lavoro e dare un futuro ai nostri giovani. Per conseguire risultati concreti occorre predisporre un programma che sappia sfruttare le potenzialità turistiche, culturali, storiche e climatiche del territorio, capace di attrarre presenze turistiche durante tutto l’anno. Parallelamente si dovrà indicare una classe politica dirigente che abbia competenza, capacità e l’etica per affrontare e risolvere i problemi della città. Occorre tornare al più presto ad una politica dai toni moderati, ragionata, partecipata e responsabile, in grado di trovare soluzioni, condivise e trasparenti. Una politica da portare avanti con spirito di servizio, con valori etici e con rigore economico, che metta al primo posto la legalità, la trasparenza e l’interesse per la città e per il bene comune. Vogliamo costruire una piattaforma civica, aperta al confronto con le realtà economiche, sociali ed associative presenti sul territorio, nonchè con le forze politiche, purchè rinnovate nel loro modo di agire e libere da condizionamenti di parte. Si dovrà colmare il distacco che si è creato tra l’elettorato e le istituzioni, aprendo un dialogo con i cittadini mediante la loro partecipazione ed il coinvolgimento diretto. Dare vita ad una piattaforma di confronto civico è, per noi, segno di sensibilità, libertà e democrazia. Per amore della propria Città dovranno essere messe da parte le questioni personali ed ideologiche, facendo prevalere le idee, la ragione ed i programmi. Riconosciamo come nostri rappresentanti, in Consiglio Comunale, i Consiglieri Avv. Simona Sanetti ed il Dott. Daniele Mancini”.