Associazione Commercianti, parte del direttivo spiega motivi dimissioni in blocco

riceviamo e pubblichiamo

Nell’ottica di una politica trasparente in linea con gli ideali, e per rispetto degli associati, la parte dimissionaria del Direttivo dell’ Associazione Commercianti ed Artigiani di Anzio, che sottoscrive, ritiene opportuno trasmettere un comunicato stampa riguardo la decisione di dimettersi in blocco.
Le informazioni passate sono state distorte e non del tutto veritiere, quindi è doveroso chiarire che tale volontà è scaturita da mesi di lavoro nei quali si sono persi gli obiettivi primari di una vera associazione di categoria.
La maggioranza dimissionaria di questo Direttivo ha cercato di portare avanti un programma che avrebbe dovuto incentivare il commercio, occuparsi di sindacato, promuovere iniziative volte al turismo, fare formazione, iniziative sociali e convenzioni, e inoltre lavorare sulla riqualificazione del territorio.
Consci della nostra responsabilità nel non volerci imporre nel progetto precedentemente strutturato e portato avanti da questa associazione di organizzare soprattutto eventi, non avendo sposato l’obiettivo primario di sostituirci alla Proloco, ma evitando di votare la sfiducia ribaltandone i vertici, abbiamo ritenuto di fare un passo indietro.
Riservandoci l’opportunità di non abbandonare obiettivi ed ideali condivisi, ringraziamo di cuore gli associati per la fiducia riposta e confidiamo in un futuro proficuo per tutti.

I delegati dimissionari:
Alessandro Toppetta
Maurizio Del Rosso
Milena Maddalena Affinito
Silvio Marsili
Elisa Cucina
Fabrizio Cappelletti
Carlo Pica

Sottoscrivono stesse motivazioni i precedenti dimissionari
Simone Giarruzzo
Pino Graziani
Giorgio Monteriù