Codici: bollette a 28 giorni, le società devono iniziare a rimborsare i consumatori

Un passo avanti importante in una vicenda che si trascina ormai da troppo tempo. È il giudizio dell’Associazione Codici in merito alla sentenza con cui il Consiglio di Stato ha respinto la sospensiva richiesta da Vodafone, Wind Tre e Fastweb in merito ai rimborsi dei clienti coinvolti nell’ormai famosa questione delle bollette a 28 giorni.

“Per i consumatori si tratta di una buona notizia – dichiara il Segretario Nazionale di Codici Ivano Giacomelli – anche perché il Consiglio di Stato ha indicato alle società di predisporre un piano di storno scaglionato. Chiediamo, quindi, di far partire finalmente questi rimborsi, considerando che parliamo di bollette che risalgono ad un periodo che va da giugno 2017 ad aprile 2018”.

Al momento l’unica strada per i rimborsi è lo storno in fattura. Alcune società starebbero proponendo delle offerte alternative ai consumatori.

Per ricevere assistenza è possibile contattare l’Associazione Codici al numero 06.5571996 oppure all’indirizzo email segreteria.sportello@codici.org.