Regione Lazio. Le 9 opere infrastrutturali strategiche previste dal Decreto semplificazione

Presentate dal Presidente, Nicola Zingaretti, dalla Ministra delle infrastrutture e dei trasporti, Paola De Micheli e dall’assessore alla mobilità, Mauro Alessandri le opere infrastrutturali strategiche previste per il Lazio dal Decreto semplificazione.

Si tratta di 9 opere, in particolare:
6 interventi stradali

– completamento della Civitavecchia-Orte
– realizzazione della Roma-Latina
– realizzazione della bretella Cisterna-Valmontone
– potenziamento a 4 corsie della via Salaria
– potenziamento della A24 e della A25, Roma-L’Aquila e Roma-Pescara
– proseguimento della Civitavecchia-Livorno da Tarquinia

2 interventi su ferro

– chiusura dell’anello ferroviario di Roma
– raddoppio ad Alta Capacità della linea Roma-Pescara

1 opera idrica

– nuova condotta per l’Acquedotto del Peschiera.

“Annunciamo scelte fatte, atti compiuti così come avvenuto con la presentazione del piano di investimenti delle Ferrovie della regione. Oggi possiamo parlare davvero di una svolta storica. Il Governo ha voluto dare un segnale concreto per la ripresa del nostro sistema economico nazionale scommettendo, tra le altre cose, su due punti particolarmente importanti, come gli investimenti per i nuovi cantieri e l’inserimento dello strumento del commissariamento che garantisce velocità e realizzazione di queste opere” – così il presidente, Nicola Zingaretti.

“Dietro queste scelte c’è un disegno, che riguarda la vita delle persone e rende più attrattivi i territori per gli insediamenti produttivi, che è quello di garantire all’80% degli abitanti dell’Italia e del Lazio di vivere a meno di un’ora da una grande infrastruttura di mobilità. L’80% dei laziali al
termine del completamento del piano vivranno a meno di un’ora di una grande arteria”- così la ministra delle infrastrutture e dei trasporti, Paola De Micheli.