Ieri mattina i cittadini di Nettuno e Anzio si sono radunati in assemblea all’ingresso della strada Padiglione – Acciarella a contestare l’immobilismo della ex Provincia di Roma oggi Area Metropolitana presieduta dalla Raggi.
Era presente all’incontro il consigliere comunale di Nettuno Antonio Biccari(Lega) e il consigliere comunale di Anzio Massimiliano Marigliani(Toti), l’ex Assessore Ambiente di Anzio Patrizio Placidi e i promotori Alberto Diana e Armando Trulli.
“Chiudendo questa strada provinciale è stato creato un danno ambientale, danno ai lavoratori, danno al turistico e un danno all’economia del territorio perché la zona industriale di Anzio è scollegata con la pontina e autostrada.
Adesso questa strada è piena di rifiuti con rischi , d’incendio della macchia mediterranea alta presenza di prostituzione.
L’area metropolitana è l’unica responsabile di questa strada indispensabile x tutti perché doveva mettere in sicurezza con il taglio delle radici dei Pini. Chiediamo ai Sindaci di Nettuno e Anzio ai tutti i consiglieri Regionali di darci una mano , intervenendo presso tutte le autorità competenti x risolvere questo grave problema di collegamento stradale”, hanno spiegato i manifestanti.