“La periferia cittadina è lasciata in balia dell’approssimazione e del superficialismo per ogni tipo di servizio.

Basti pensare alla raccolta rifiuti fatta in alcune zone di Cretarossa: rifiuti raccolti con imperizia da pseudo operatori senza mezzi specifici, che lasciano sacchi aperti a terra o rifiuti dietro i bidoni che spostano e che, ad onor del vero, non vengono lavati mai.

Ci chiediamo: esiste in Comune qualcuno che ricopre il ruolo di “Dec”: direttore dell’esecuzione del contratto?
Chi esegue i controlli e le verifiche sui diversi fronti: sia sugli operatori ecologici, che sugli aspetti organizzativi della ditta che si occupa della raccolta?
Perché il successo della raccolta differenziata dipende dai cittadini, senza ombra di dubbio, ma anche dagli operatori ecologici che devono effettuarla nel miglior modo possibile.

Il servizio deve essere tarato sulle esigenze dei cittadini e gli operatori devono fare il loro lavoro con coscienza perché vengono pagati per farlo. Gli incivili, quelli invece, sono un altro discorso, devono essere recuperati alla causa.

Anche oggi in alcune zone di Cretarossa, al passaggio dello stesso operatore, è rimasto questo, oltre ad alcuni bidoni non svuotati. Abbiamo scritto sia alla Tecneko che al Commissario Prefettizio per le verifiche di responsabilità e ci riserviamo di produrre un esposto per accertare eventuali danni patiti e/o patiendi anche erariali”.

Così in una nota il Direttivo di Città Futura.