Stop alla seconda biogas alla Sacida. Prc: Premiato chi non ha smesso di lottare

Foto generica

Rifondazione comunista di Anzio esprime soddisfazione per la bocciatura della seconda biogas alla Sacida.
“Anni di lotte popolari – dichiara ul segretario Umberto Spallotta – a cui il nostro partito ha dato un contributo importante hanno prodotto un risultato che sembrava insperato. Il centro destra che aveva promosso per mano del suo ex assessore già agli arresti ora in attesa di giudizio, Placidi, la costruzione di due centrali a biogas e del centro di stoccaggio rifiuti vicino alla scuola Spalviera è stato sconfitto. Come è stata sconfitta per il momento e solo parzialmente si badi, la politica basata sull’affarismo e sul collateralismo ai grandi interessi economici che divorano il territorio.

Ricordo che molti che oggi esultano davano per inevitabile la trasformazione di questo territorio in una discarica. Grazie alle lotte gli abbiano fatto cambiare idea. Grande fu la manifestazione organizzata dal comitato no biogas nel 2016 sotto il sole di luglio e grande fu il contributo organizzativo del Prc a quella iniziativa. Peccato che una delle due centrali è quasi ultimata, ma non rassegniamoci: una gestione del ciclo dei rifiuti pubblica, sottratta al profitto privato, socialmente ed ecologicamente sostenibile è possibile; e se i cittadini vigileranno e continueranno a mobilitarsi, anche quell’obbrobrio potrà essere fermato. Bisogna costruire le condizioni politiche per fare sì che ciò avvenga. Per ora ci uniamo alle lacrime di gioia delle mamme della Sacida”.