5 Stelle Aprilia: Discarica Colli del Sole, il sindaco vincoli il terreno

Riceviamo e pubblichiamo

“In merito alla richiesta di poter realizzare una discarica di rifiuti in località Colli del Sole (ci spiace molto il richiamo senza eufemismi e fuori dai termini moderati del deposito di “rifiuti innocui”), abbiamo capito non solo la ragione per cui si sia arrivati a fronteggiare un nuovo progetto, ma anche le condizioni per cui, da parte dell’Amministrazione comunale, si manifesti una certa confusione sul tema.

In un articolo di ieri, 20 febbraio, in merito alla richiesta di realizzazione della citata discarica, si legge la seguente dichiarazione dell’Assessore Lombardi: “ Quello che stiamo correndo è un grosso rischio, perciò dobbiamo affilare le armi muovendoci in ogni direzione possibile. Ed è quello che ribadirò venerdì nella conferenza dei sindaci, chiedendo di rivisitare il piano provinciale”. Riguardo a tali affermazioni dell’Assessore competente rileviamo messaggi non rispondenti, di fatto e diritto, alle modalitá procedurali; innanzitutto è il Comune interessato, piuttosto che la Conferenza dei sindaci, a decidere di rivisitare il piano provinciale, il quale stabilisce zone idonee ad ubicare possibili discariche in ambito comunale, come prevede chiaramente il D.lgs. 152/2006, confermato anche dalla Del. di Giunta Regionale n. 199 del 22/4/2016, indicando:
“Si evidenzia che il D.lgs. 152/2006 prevede che l’individuazione delle nuove aree per gli impianti avvenga da parte dei Comuni sulla base delle aree idonee stabilite dalle Province” (http://www.regione.lazio.it/rl_rifiuti/?vw=documentazioneDettaglio&id=35262  ) pag. 39 dell’Allegato 1 – Determinazione del fabbisogno).

Nel merito ci chiediamo quale incoscienza conduca la nostra Amministrazione a non tenere conto dei due documenti citati (ci sembra che al riguardo non sia mai stata convocata alcuna Commissione ambiente) o se, invece, i medesimi siano stati ignorati prestando il fianco ad un Piano provinciale che ha giá favorito la presentazione di 2 progetti di discarica in Aprilia.

Per la salvaguardia del nostro territorio, chiediamo a gran voce che il Sindaco si impegni affinché vengano imposti quanto prima dei vincoli territoriali, definiti e certi, iter già portato a termine da amministrazioni 5 Stelle vicine, quali Ardea – intervenuta oltremodo con delibera e osservazioni di appoggio – e Pomezia attraverso rilievi in osservazione al MIBACT, volendo impedire che il nostro territorio sia oggetto continuo di progetti per realizzare discariche, biogas e turbogas. Tali vincoli non potranno non tenere conto, sul nostro territorio, della presenza di impianti già esistenti, aree urbane, vincoli paesaggistici, fossi, aziende (anche ‘bio’), fonti sorgentizie ecc. ecc..
Un primo intervento in tal senso, quindi, senza se e senza ma, dovrebbe essere proprio orientato a far sí che il Comune escluda nuove aree di impianto nelle zone indicate dalla Provincia, facoltà concessa dalla normativa citata”.

Grillini Apriliani e Cittadini Pentastellat