MoVimentiAmo Anzio: “Riportare fatti accaduti e fare domande, non significa offendere o denigrare”

Riceviamo e pubblichiamo

Tutti sanno che il consigliere Cristoforo Tontini eletto con il m5s ha aderito alla Lega, dopo una settimana la mancata certificazione della lista da parte del m5s. Ora partendo dal presupposto che ognuno è libero di fare la sua scelta, seppur non condividendola noi come gruppo abbiamo dovuta accettarla; in ogni caso, noi rimaniamo aderenti alle idee (ed al regolamento) del movimento 5 stelle, e sopratutto continueremo a fare l’interesse dei cittadini con lo stesso impegno profuso in questi 5 anni (passati insieme all’ormai ex-portavoce m5s). Fare altrimenti per molti di noi significherebbe rinnegare il lavoro svolto, in quanto abbiamo battagliato portando anche qualche risultato, dall’ apertura del vallo volsco, alle campagne referendarie, dalla lotta contro la biogas alla tutela dell ambiente, dalle battaglie per la “riserva Puccini” alla Pineta della Gallinara, abbiamo trattato questioni su consorzi, impianti sportivi, regolamenti edilizi, regolamento igienico sanitario ,gioco d’azzardo patologico, e altri ancora ne porteremo..

Ma l’ adesione dell’ ex-portavoce m5s alla Lega è stata anche una conseguenza della mancata certificazione della nostra lista e della certificazione data i Grilli di Anzio ottenuta nonostante le irregolarità che abbiamo appurato e segnalato nelle ultime settimane come negli ultimi anni; anche perche la presenza di uno o più meetup non comporta l’obbligo di certificazione, basti vedere i recenti fatti di Aprilia come altri comuni che alle amministrative saranno senza presenza del M5S.

In merito anche alle affermazioni di Tontini prima di dimettersi, sulla condotta e sulle false accuse subite da parte dei “grilli”, sull’atteggiamento seguito dalla portavoce regionale Valentina Corrado nei confronti dell’ ex-portavoce e del suo gruppo, sulle email organizzative, sugli eventi sul territorio, sulla mancata fornitura di manifesti per la campagna costituzionale, sulle insinuazioni varie, sono tutte cose che sono reali, documentate, segnalate, di cui tutti noi siamo rimasti allibiti, non solo chi “tanto ora sta alla Lega”.

Recentemente abbiamo letto che la candidata a sindaco Rita Pollastrini non ha visto nessun riscontro dal nostro gruppo pure dopo che Tontini era uscito; ma oltre a lui e qualche altro, per lo più siamo rimasti e siamo anche perplessi da tali dichiarazioni in quanto in tutti questi anni siamo stati contattati varie volte da vari componenti dei “grilli” per chiedere di togliere Tontini, di togliere il logo dal meetup , addirittura di collaborare per il regolamento sul gioco d’azzardo patologico ma sempre in cambio di rinuncia del simbolo da parte di Tontini. Questa cosa avrebbe danneggiato il movimento, e lasciato i cittadini senza rappresentanza m5s su Anzio; quella rappresentanza espressa da volontà popolare. La nostra domanda era e rimane: a chi sarebbe andato il beneficio di lasciare il movimento senza rappresentanza locale?

Noi? Noi abbiamo pubblicamente richiesto delle spiegazioni in caso di una nostra collaborazione, sulle varie affermazioni fatte contro di noi in questi 5 anni, oltre ad aver segnalato abusi sulla “lista certificata”, la quale ha riscontrato mancanza di requisiti da parte di ben tre candidati, uno poi effettivamente tolto dalla “lista certificata”, anche a seguito di quanto da noi denunciato. Per non parlare di qualche affermazione letta sui social in cui anche i “grilli” avevano il dubbio (ma lo hanno inserito ugualmente); vien da domandarsi se tutto cio non sia avvenuto perche avevano qualche sostenitore in grado di dare garanzia per la certificazione ? E degli altri due, come se niente fosse, tutti sorvolano e nessuno risponde nel merito che per regolamento chi ha partecipato alle parlamentarie e all’organizzazione della campagna per le regionali non potevano candidarsi ad altre tornate elettorali per tutto il 2018.

Inoltre, considerando che in 5 anni i “grilli” non hanno mai voluto collaborare con chi rappresentava il movimento, troviamo grottesco e paradossale il fatto che vogliano che li appoggiamo incondizionatamente, senza risposte da parte loro se non frasi di eventuali provvedimenti legali verso il nostro gruppo da parte del candidato sindaco, come se noi non avessimo diritto a fare domande, a pretendere qualche chiarimento dallo staff del movimento, e magari pure stare in silenzio per non dar fastidio? Il fatto che molte loro affermazioni sui social siano state cancellate, non attesta il fatto che non siano vere, emblematica la fakenews che Tontini poteva far cadere la giunta, la legge prevede che solo in caso di mancato consiglio comunale per il bilancio annuale il comune può cadere,come da art 141, del Testo Unico Enti Locali, (anzi invitiamo i cittadini a leggere tale articolo) ben diverso da quel “famoso” consiglio in cui proprio lui ha fatto approvare il regolamento igienico sanitario. Non tutti sanno che anche in alcuni comuni pentastellati, ci sono stati “mancati” consigli comunali e non sono “caduti”, quindi spiegare ai cittadini come mai oltre alle famose petizioni on line hanno promosso una votazione sul blog, in cui si affermava che poteva mandare il sindaco a casa…. Ancor oggi svariati cittadini, sono convinti della “colpa” di Tontini, quindi hanno arrecato un danno non solo all immagine e alla reputazione di un consigliere ma dello stesso movimento, o forse il rispetto e il bene del movimento varia a seconda del momento? I cittadini meritano tutt’ora di essere disinformati?

Tutto cio di cui abbiamo detto è riscontrabile non solo negli ultimi comunicati da noi scritti, ma soprattutto dai regolamenti del movimento, ed anche documentabile tramite email, messaggi, articoli di giornale e post sui social. Rispetto, coerenza, democrazia e trasparenza sono valori che sono inderogabili per noi.

P.S visto che per qualcuno siamo un mistero, noi siamo semplicemente quelli dell’ ex meetup “Movimento 5 stelle Anzio”, quelli che in questi 5 anni hanno collaborato sul territorio con l’ex portavoce Tontini, nei quartieri con iniziative, banchetti e lotte con i comitati.

Meetup MoVimentiAmo Anzio