LA PARTITA – Privo dell’infortunato Visone, Greco conferma il 3-5-2 e schiera Costanzo e Florio sugli esterni, dirottando Pirazzi come mezzala, con Minunzio e Ludovisi coppia d’attacco. Il Trastevere, vittorioso nelle ultime cinque sfide disputate contro l’Anzio tra campionato e Coppa Italia, si dispone con il 4-3-3 ma mister Perrotti perde Locci all’ultimo minuto, sostituito da Vendetti come centrale difensivo assieme a capitan Sfanò. La prima occasione capita sui piedi di Panico dopo appena due minuti, l’attaccante approfitta di un errore di Giordani in disimpegno per calciare dall’altezza del dischetto ma trova sulla sua strada la risposta di Bartolelli. La risposta dell’Anzio è affidata alla volée di Papa dai venticinque metri che sfila di poco a lato alla destra di Caruso. Pur mantenendo costantemente l’iniziativa del gioco, i capitolini trovano difficoltà ad imbastire azioni pericolose per gli spazi intasati negli ultimi venti metri e così le poche occasioni nascono da palla inattiva.

Al 25’ Lorusso sorprende Bartolelli con una punizione dal vertice sinistro dell’area di rigore che sbatte sulla traversa, cinque minuti più tardi Capodaglio pesca Sfanò sul secondo palo ma il colpo di testa del difensore non inquadra lo specchio della porta. La chance più nitida per gli ospiti arriva al 34’, stavolta sugli sviluppi di un corner. Tajarol raccoglie la palla sulla linea di fondo dopo aver saltato Minunzio e mette al centro per Sfanò, il cui tiro a botta sicura dal limite dell’area piccola viene salvato da Galullo. Il copione non cambia nella ripresa, aperta dal tiro cross di Lucchese al 49’ che scavalca Bartolelli ma si spegne sul fondo. L’ingresso di Cardillo al posto di Panico porta maggiore vivacità all’attacco amaranto ed il nuovo entrato, al 63’, mette al centro un cross basso sul quale Tajarol arriva in ritardo. La rete della vittoria del Trastevere arriva all’80’: Capodaglio fa la sponda di testa per Cardillo, che di prima intenzione lancia in profondità Tajarol. L’attaccante parte più in là rispetto ai difensori dell’Anzio, si presenta a tu per tu con Bartolelli e lo batte con un tiro rasoterra. L’episodio scatena le proteste dei giocatori neroniani e porta al rosso di capitan Giordani che, diretto verso l’arbitro per chiedere spiegazioni, scivola urtando involontariamente il direttore di gara. Nei minuti finali, nonostante l’uomo in meno, la squadra di Greco si riversa generosamente in avanti e colleziona due calci d’angolo sui quali, però, la difesa amaranto è attenta e blinda tre punti che valgono il più tre sul Monterosi in vetta alla classifica.

ANZIO – TRASTEVERE 0-1

MARCATORI: 35’st Tajarol

ANZIO (3-5-2): Bartolelli; Fiacco, Giordani, Galullo; Florio, Sterpone, Papa, Pirazzi, Costanzo; Minunzio (19’st Prandelli), Ludovisi (43’st Bruno). A disp.: Trombetta, De Rentiis, Di Magno F., Miceli, Santarelli, Surace, Bruschini. All.: Greco

TRASTEVERE (4-3-3): Caruso; Barbarossa, Vendetti, Sfanò, Calisto (13’st Scaglietta); Lucchese, Capodaglio, Sannipoli; Panico (10’st Cardillo), Tajarol (40’st Ilari), Lorusso (46’st Renzi). A disp.: Borrelli, Locci, Donati, Bergamini, De Cristoforo. All.: Perrotti

ARBITRO: Cutrufo di Catania

ASSISTENTI: Conti di Lecco – Torri di Como

NOTE – Espulso Giordani al 36’st per proteste. Ammoniti: Florio, Vendetti, Galullo. Angoli:2-3. Fuorigioco: 2-4. Recupero: 1’pt, 5’st