San Giovanni, la maestra replica al direttore

riceviamo e pubblichiamo

Caro Direttore,
nella mia lettera non parlo di pagamenti non effettuati, ma di pagamenti avvenuti sempre in ritardo, ossia sempre dopo il 15 del mese successivo, quando il contratto Aninsei parla di somma da corrispondere entro il 5 del mese successivo; in particolare quest’estate ci deve essere stato qualcosa che non ha funzionato, dal momento che il mese di giugno è stato accreditato il 31 luglio e il mese di agosto ancora non è stato corrisposto.
In secondo luogo, se mi conoscesse da almeno 5 anni, saprebbe che ho sempre lottato per la scuola e anche contro quei meccanismi che ritenevo sbagliati, seppur lavorandoci dentro, quindi non mi sono piegata al “potere” di chi dirige/amministra, probabilmente anche forte del fatto che ho sempre avuto la possibilità di scegliere tra voi e la scuola statale, ma ho scelto voi perchè cinque anni fa era appena iniziato il mio nuovo ciclo, con bambini fantastici e altrettante famiglie alle quali avevo dato garanzia di rimanere, fatta eccezione se fossi stata chiamata dallo Stato.
Detto questo come augurato alle mie colleghe, auguro anche a lei di riuscire a risollevare le sorti di scuola San Giovanni.

Iolanda Famularo