Aprilia aderisce a M’illumino di meno 2019, oggi luci spente in municipio

Il Comune di Aprilia aderisce anche quest’anno a “M’illumino di meno”, la giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili, ideata nel 2005 da Caterpillar e Rai Radio2 per sensibilizzare i propri ascoltatori a spegnere tutte le luci che non sono indispensabili.
A partire dalle ore 18 di domani, 1 marzo, le luci del Palazzo Municipale e di piazza Roma rimarranno spente simbolicamente per un’ora, così come spenta sarà la luce che illumina la statua di San Michele, uno dei simboli della Città.
“L’Amministrazione comunale – commenta l’Assessore all’Ambiente, Michela Biolcati Rinaldi – ha voluto anche quest’anno sposare con convinzione la campagna di sensibilizzazione sul risparmio energetico, lanciata dal celebre programma radiofonico Caterpillar. La Città di Aprilia ha mostrato negli anni una spiccata sensibilità su questo tema e sul fronte più ampio della sostenibilità ambientale. Molte cose sono state fatte nel corso degli anni ed è nostra intenzione continuare su questa strada con determinazione, migliorandoci e sensibilizzando sempre più persone a stili di vita sostenibili e buone pratiche ecologiche”.
L’edizione 2019 della manifestazione ruota attorno al tema dell’economia circolare, che è “una buona, anzi ottima, pratica sostenibile: dà alle cose una seconda opportunità, poi una terza e altre ancora. La bellezza del senza fine […] La salvezza del genere umano sulla Terra – si legge sul sito dell’iniziativa – passa dall’economia circolare: riutilizzare i materiali, ridurre gli sprechi, abolire “il fine vita”, mantenere, recuperare, rigenerare. Tenere il più possibile in circolo”.
Il Comune di Aprilia è impegnato da anni nella progressiva riduzione degli sprechi energetici. Di concerto con la società Engie, sta ultimando la sostituzione delle lampade della pubblica illuminazione, per far spazio alla tecnologia LED, a basso consumo energetico e capace di ridurre l’inquinamento luminoso. Al momento sono ben 5.600 le lampade sostituite, su un totale di 8.600.
Attualmente sono 4 gli istituti scolastici con illuminazione interamente a LED, 10 gli impianti fotovoltaici realizzati in altrettanti plessi, mentre il Polo CulturAprilia e il Palazzo Colorato sono stati dotati di tecnologie a basso impiego energetico e per la produzione di energia rinnovabile. Anche per i lumini del cimitero si è proceduto alla sostituzioni delle lampade tradizionali con i LED.
Per quel che concerne l’economia circolare, poi, Aprilia ha avviato diversi progetti: dal recupero delle derrate alimentari invendute, con il Banco Alimentare regionale (per il quale il Comune ha messo a disposizione un’area della ex Claudia), alle premialità introdotte presso l’Ecocentro, fino alle politiche di promozione del compostaggio domestico, attraverso l’istituzione di un albo dei compostatori domestici comunale.