Anzio. No del Tribunale del riesame al dissequestro dei beni di De Angelis

Secondo quanto scritto dal quotidiano Il Messaggero: “Il tribunale del riesame di Roma ha respinto il ricorso con il quale il primo cittadino di Anzio Candido De Angelis, prima di Natale, aveva chiesto il dissequestro dei beni e dei conti correnti per un milione di euro. Si tratta dell’ evasione fiscale che gli è stata contestata dalla Guardia di Finanza di Nettuno e dalla Procura della Repubblica di Velletri nell’ambito di un ispezione sull’attività dall’azienda dello stesso sindaco che opera nel settore ittico. Il pronunciamento del Tribunale del riesame risale al 28 dicembre scorso, ma se ne è venuti a conoscenza solo nelle ultime ore. Al momento non si conoscono le motivazioni che hanno portato a respingere la richiesta di dissequestro dei beni dei conti correnti”. Il tribunale ha 45 giorni di tempo per depositarle, decorrenti per solito dalla data di celebrazione della camera di consiglio.