Nettuno. Rapina in villa, sequestrano imprenditore e la sua famiglia, caccia alla banda

Rapina in villa a Nettuno. Il colpo è avvenuto nella notte tra il 5 e il 6 maggio. I malviventi, dopo aver fatto rumore nel giardino dell’abitazione, hanno atteso che il proprietario della villa, un imprenditore locale,Emanuele Lalli, amministratore dell’azienda edile Fraem Costruzioni Acquedotti e Strade, che uscisse. Qui lo hanno fermato e, armati, lo hanno minacciato, costringendolo ad entrare in casa. Una volta dentro, mentre un malvivente teneva sotto tiro l’uomo e sua moglie, i suoi complici hanno ripulito la coppia di gioielli e di un orologio.

Quindi l’attenzione dei malviventi si è successivamente rivolta verso la cassaforte e, dopo essersi fatti dare la combinazione per aprirla, hanno rubato il contenuto. Preso il contenuto, i tre sono fuggiti via mentre la coppia, passata circa mezzora, una volta liberatasi, ha dato l’allarme. Sul posto i Carabinieri di Nettuno con il nucleo Radiomobili. Le indagini, coordinate dal comandante della Comagnia di Anzio Lorenzo Buschittari, avranno il compito di dare un nome e un volto alla banda di rapinatori e capire se i colpi di Nettuno possano portare la stessa firma di fatti analoghi avvenuti nelle scorse settimane in provincia di Roma.