Mazzette per i lavori sui porti, le indagini da Civitavecchia a Formia passando per Anzio

Un’inchiesta nata nel 2014 che vedeva indagate 40 persone e che arriva nel giugno 2020 con l’avviso di conclusioni d’indagine con soli 9 personaggi coinvolti. I fatti riguardano l’autorità portuale di Civitavecchia, Fiumicino e Gaeta e le indagini hanno spaziato da Civitavecchia a Formia passando per Anzio. Le indagini sono state coordinate dalla Procura di Roma e hanno interessato la Capitale, il litorale romano e il sud pontino. Contestati dalla Pm di Roma Luigia Spinelli (con un passato alla Procura di Latina) episodi di mazzette e appalti. Agli indagati è pervenuto l’avviso di conclusione dell’inchiesta, preludio al possibile rinvio a giudizio. I lavori hanno rigurdato applati realizzati nei comuni di Formia, Anzio, Minturno.