Circolo Acli: Auguri per una pasqua speciale

Circolo delle ACLI di Anzio
Cari soci e amici,
quella di quest’anno sarà una Pasqua davvero speciale e difficilmente la dimenticheremo. Riusciremo forse a dimenticare l’instancabile lavoro del personale sanitario e della loro profonda umanità? E quella lunga sequela di bare solitarie nell’ultimo viaggio senza il conforto di una lacrima o di un ultimo saluto? Tante sono state le parole che ci hanno investito durante questa grave pandemia tra le tante vale la pena evidenziare la tenerezza.
Ricordate sul Golgota la Madonna contemplare nella sua compostezza Gesù Cristo, suo figlio, sofferente sulla croce fino alla morte? Ecco quello è stato uno dei momenti più colmi di tenerezza. E forse è proprio la tenerezza quella che ci manca in questi giorni e rievocarla significa parlare d’amore, di tempo che passa, di filosofia, di umanità, di curiosità verso l’altro, di quella leggerezza profonda che ci permette di intercettare il senso più prolifico e creativo della nostra finitezza, della nostra fragilità e porre le basi per una rivoluzione gentile, al tempo stesso gioiosa, costruttiva, priva di egoismi e prevaricazioni. Approfittiamo della Pasqua per la ricerca di una nuova vita spirituale e non solo.
Concludo questa riflessione con le parole del Santo Padre Papa Francesco

“Accetta allora che Gesù Risorto entri nella tua vita, accoglilo come amico, con fiducia: Lui è la vita! Se fino ad ora sei stato lontano da Lui, fai un piccolo passo: ti accoglierà a braccia aperte”

Buona Pasqua
Circolo delle ACLI di ANZIO