Licenziamenti. I lavoratori della Coop sotto al Ministero per incontrare Di Maio

Circa 400 i lavoratori hanno presidiato la sede del Ministero dello Sviluppo Economico questa mattina – a Roma – con bandiere e striscioni, per protestare in occasione della riunione tra la Unicoop, le Regioni e i Comuni coinvolti nella vertenza che vede la cessione di 8 punti vendita del Basso Lazio, tra cui quelli di Aprilia, Genzano, Pomezia e Velletri. I lavoratori sono giunti nella Capitale a bordo di pullman e sugli striscioni si leggeva: “La coop non sei più tu”. Con quello di oggi si tratta del terzo sciopero in atto nei supermercati della zona. I lavoratori e i sindacati rivendicano la tutela dei posti di lavoro – circa 270 in tutto – ma anche garanzie sui salari e sulle professionalità impiegate. Dopo il tavolo al Mise è probabile che le delegazioni sindacali incontreranno il Ministro del Lavoro Luigi Di Maio.