La fp Cgil chiede al Prefetto protezione per la Inches

La Fp Cgil Nazionale esprime forte preoccupazione per la gravissima intimidazione perpetrata ai danni della Segretaria Generale del Comune di Ardea, Marina Inches, al momento dei fatti Segretaria Generale nel Comune di Anzio.
Un avvertimento di natura mafiosa – una missiva contenente un proiettile accompagnato da un biglietto con su scritto ‘Stai zitta’ – che rappresenta un chiaro e inequivocabile invito al silenzio rivolto ad una donna che ‘paga’ il suo impegno a tutela della legalità e a difesa dello Stato e delle sue istituzioni.

Come già sostenuto dalla Funzione Pubblica Cgil territoriale ribadiamo la richiesta al prefetto di Roma e al Questore di predisporre il massimo livello di protezione ambientale nei confronti della Inches e di attivarsi per individuare i responsabili di questa aggressione e consegnarli alla Giustizia.
Ciò che è accaduto rappresenta l’ennesimo caso di prevaricazione di natura mafiosa in un territorio che da tempo registra livelli di inquinamento e di infiltrazione malavitosa che richiamano l’urgenza di un intervento dello Stato, a difesa di chi in quelle zone lo rappresenta e a tutela dei cittadini che quel territorio vivono.

Alla dottoressa Inches va la nostra totale solidarietà: saremo al suo fianco e a tutela delle lavoratrici e dei lavoratori pubblici che ogni giorno lavorano a difesa dello Stato e delle sue istituzioni.