5stelle Aprilia: quel manufatto non ancora rimosso

riceviamo e pubblichiamo

“Correva l’anno 2017 quando l’allora Dirigente del IV Settore Urbanistica del Comune firmava l’ordinanza per la rimozione di un prefabbricato in legno posizionato su suolo pubblico. L’ordinanza, la numero 155 del 30 marzo 2017, riguardava la rimozione di un fabbricato della Società Altair S.r.l. il cui posizionamento era già stato autorizzato il 4 febbraio 2011 e che veniva utilizzato come ufficio vendite dalla citata Società. L’Ordinanza era scaturita dalla nota della Polizia locale del 15 febbraio 2017 dalla quale si evinceva che nonostante l’autorizzazione del 2011 risultasse scaduta, il fabbricato non fosse stato rimosso. Siamo andati sul posto a controllare ed abbiamo individuato un fabbricato, in via Carroceto, che potrebbe essere proprio quello dell’Ordinanza di 19 mesi fa in quanto utilizzato come ufficio vendite dalla 3L Immobiliare che ha la sede legale nel medesimo indirizzo della Soc Altair oggetto dell’Ordinanza (via Bruno Buozzi, 102 a Roma) .

Speriamo che il prefabbricato da noi individuato, non sia lo stesso ad essere stato oggetto dell’Ordinanza di rimozione entro 10 giorni con rimessa in ripristino del suolo perché occupava il suolo pubblico abusivamente (come riportato nel documento del Dirigente) e violava l’articolo 12 secondo comma del vigente regolamento comunale. In caso affermativo, invece, chiediamo il perché esso sia ancora lì posizionato, quali azioni siano state intraprese dall’Amministrazione per sanare la situazione e se è stata saldata la competenza comunale in ordine alla Tosap”.

Grillini Apriliani e Cittadini Pentastellati