Piovono procedimenti disciplinari su dipendenti ufficio Personale del Comune di Nettuno

riceviamo e pubblichiamoL’amministrazione comunale, inspiegabilmente ed ingiustificatamente, ha attivato procedura di contestazione di addebito ai lavoratori assegnati all’ufficio del personale. In particolare, ai lavoratori viene contestato il mancato rispetto della disposizione dell’8 febbraio us a firma del Segretario Generale con la quale veniva comunicato al Dirigente, al Funzionario e a tutti i dipendenti dell’ufficio del personale di provvedere con la massima urgenza ai necessari provvedimenti amministrativi per la liquidazione della retribuzione ad un dirigente con incarico a contratto ai sensi dell’art. 110 del Dl.g.s 267/2000.

Tra i lavoratori, infatti, le misure disciplinari, stanno generando, non solo una situazione di disagio e incomprensione, in quanto tali contestazioni a nostro giudizio hanno chiaramente l’idea di imporre una disciplina ferrea nei confronti dei lavoratori “rei colpevoli” di non aver eseguito l’ordine di servizio a firma del Segretario Generale. La scrivente organizzazione sindacale esprime ulteriore sconcerto visto che Ns note inviate prot. 2636/2018_pec; prot. 0068/2019_ pec; prot. U/307/SD/ff sottoscritte anche da CISL e UIL avevano già manifestato alcune perplessità di carattere amministrativo sugli atti da redigere da parte dell’ufficio personale. Esprimiamo la nostra piena solidarietà e il massimo sostegno e supporto ai lavoratori oggetto di contestazione disciplinare e siamo certi che sapranno giustificare nelle sedi opportune il loro agire consapevoli di aver sempre svolto il proprio ruolo con professionalità, trasparenza e nel rispetto dei regolamenti interni all’ente finalizzando, la loro funzione al buon andamento dell’azione amministrativa.

FP CGIL