Alternativa per Anzio si costituisce e punta a crescere con una nuova sede

Grande partecipazione questa mattina per l’evento di lancio di Alternativa per Anzio, costituita ufficialmente come associazione e rappresentata in Consiglio Comunale da Luca Brignone.

Sede nuova, in Via Valle Schioia 125, aperta a tutte le realtà associative del territorio, logo nuovo e soprattutto uno statuto con un nuovo presidente, Valentina Caprari, scelta dall’assemblea costituente per proseguire il percorso della realtà nata con la lista elettorale durante le ultime elezioni comunali. L’obiettivo è non disperdere il patrimonio di partecipazione accumulato durante questi mesi e provare ad ampliarlo ulteriormente allargando la prospettiva a diverse realtà con cui già lavoriamo, con il fine di crescere e realizzare il programma elettorale condiviso già dalla campagna elettorale.

Significativi sono stati gli interventi che si sono succeduti durante il dibattito, in particolare quello del rappresentante territoriale della FLAI-CGIL che ha esposto i problemi occupazionali generati dall’abbandono di unità produttive sul territorio, con particolare riferimento alla probabile chiusura dello stabilimento della Granarolo per il quali ci stiamo attivando, quello di Paola Fumi dell’ANPI e quello dei rappresentanti dell’associazione Amistadelab che sul territorio sta realizzando diverse iniziative sociali e culturali. Presenti la presidente di Legambiente e i rappresenti di tanti altri comitati e associazioni.

Ambiente, lavoro, cultura, territorio e altri temi trattati durante l’assemblea che l’associazione porterà avanti, dentro e fuori il consiglio comunale, al fine di costruire una reale e concreta alternativa di governo per questa città.