Flash mob antirazzista al termine del comizio di Salvini

Un centinaio di persone ha messo un scena un flash mob contro le politiche del governo volute dalla Lega di Salvini. Alla fine del comizio del leader leghista un consistente gruppo di aderenti ad associazioni antirazziste e partiti della sinistra, hanno aperto uno striscione su viale Matteotti con su scritto: restiamo umani. Per terra hanno steso un lungo tulle rosso, a simboleggiare il sangue dei migranti morti, costellato da decine di barchette di carta su cui erano stati scritti messaggi di pace e tolleranza. L’azione di resistenza civile è terminata nel cuore del borgo dove in precedenza si era svolta una manifestazione artistica con letture e disegni per ribadire la necessità di restare umani contro scelte governative che mettono a rischio i diritti umani.