Anzio. Il Senatore Saccone scrive al Direttore del Policlinico militare: “Apriamo ai civili”

La lettera scritta dal Senatore Saccone al Ten. Francesco Maglia ​​​​​​​Direttore Policlinico Militare Di Anzio:”Da quando sono stato eletto Senatore, ho sempre avuto una particolare attenzione e sensibilità per i problemi della Sanità, in particolar modo per i cittadini del collegio che rappresento.
Purtroppo risulta che oltre il 30% di essi viene assistito da strutture ospedaliere della ASL RM6 e il resto è costretto a spostarsi per essere visitato o ad attendere tempi biblici per una visita specialistica. Ciò rappresenta per me un impegno inderogabile da invertire e vorrei spendere le mie energie affinchè si possa ribaltare tale tendenza.
Di contro, Lei dirige una struttura immensa, che ospita circa 15 pazienti a lunga degenza, un poliambulatorio, un laboratorio di analisi, cardiologia, dermatologia, odontoiatria ed una equipe di medici specialisti che potrebbero rappresentare un ausilio fondamentale agli Ospedali Riuniti di Anzio e Nettuno.
In virtù di ciò perchè non creare una sinergia tra le Istituzioni che, seppur in ambiti diversi, pongono al centro del loro operato l’assistenza al paziente.
Il policlinico militare di Anzio potrebbe essere oggetto di una specifica convenzione tra Regione Lazio e Ministero della Difesa, della quale mi farei promotore qualora anche lei condividesse questa mia proposta che porterebbe all’apertura, anche solo in alcuni giorni, ai civili della struttura da Lei egregiamente diretta.
Nella speranza che possa, per le competenze che La riguardano, valutare tale possibilità, resto a Sua completa disposizione per ogni eventuale informazione in merito e colgo l’occasione di porgerLe i miei più cordiali saluti”
Sen. Antonio Saccone