Anzio, Nolfi: “Chi getta fango si vergogni. Stanziato aiuti e soldi veri per la nostra città”

“Abbiamo lavorato per dare subito certezze ai cittadini, con 900.000 euro di fondi comunali e carte prepagate per chi ha bisogno, per dare risposte concrete e sicure alla Cittadinanza. Non replicheró alle dichiarazioni di qualcuno che, mentre le persone sono in difficoltà, critica un Sindaco ed una maggioranza, modello di efficienza in Italia nel fronteggiare la crisi economica e sociale delle famiglie, chiedendo tra l’altro di aprire ora inutili tavoli di lavoro”. Comincia così la lunga nota dell’assessore di Anzio Laura Nolfi. “Ad oggi, per dare supporto alle persone e alle categorie produttive, sono stati stanziati 900.000 euro di “soldi veri”, per chi ha veramente bisogno di aiuti; e se non saranno sufficienti saranno stanziati ulteriori fondi comunali. Abbiamo ridotto la tassa dei rifiuti alle attività ed a breve saranno spedite carte bancarie prepagate ai cittadini che, dopo aver perso il lavoro ed in uno stato di disagio sociale, ne hanno fatto giustamente richiesta. Ad oltre un mese dalla pandemia siamo ancora in attesa dei buoni spesa governativi e regionali, di pochi euro a persona, dei quali al momento si sa poco o nulla. Quello che so con certezza è che, nei prossimi giorni, come ogni anno, il nostro Comune parteciperà con 1 milione e mezzo di euro, per rimpinguare il fondo di solidarietà per i Comuni più “poveri”, tanto sbandierato dal Presidente Conte in uno dei suoi ultimi annunci. E’ la conferma che la Città di Anzio ha un bilancio sano, siamo fieri di contribuire, con un milione e mezzo di gettito fiscale, per aiutare altri Comuni.
Ad Anzio lunedì sono stati approvati dalla Giunta avvisi e modulistica, il pomeriggio tutto online sul sito e sui social, ieri le prime 500 domande dei cittadini, oggi, mentre il Comune è sommerso da altre richieste, si sta lavorando ad evadere le domande di ieri.
Velocità, efficienza, empatia con i problemi veri della Città, con Comuni di tutta Italia che chiedono, al nostro Sindaco, di avere informazioni sui nostri atti e sulle nostre procedure.
Tutto il resto è polemica e campagna elettorale spicciola, di partiti che pubblicizzano l’arrivo di mascherine inutilizzabili e le montagne di briciole di altri Enti che, quando un giorno arriveranno, costringeranno gli uffici a leggere montagne di carte e ad attivare procedure infinite, per distribuire pacchi spesa di pochi euro.
Penso che la nostra Comunità abbia bisogno di certezze, su questo abbiamo lavorato e per questo abbiamo attivato le carte prepagate, con aiuti reali per le famiglie e per gli alunni, impegnati nella didattica a distanza.
A qualche Consigliere Comunale che, dalla comfort zone della sua casa e con la solidità del suo stipendio, butta fango sulle Istituzioni Cittadine, prendendosi gioco delle famiglie più deboli, dico semplicemente “vergognati”.
Ringrazio, per il grande impegno profuso, il Sindaco, tutta maggioranza, il gruppo consiliare, la Giunta, con un particolare grazie a tutti coloro che stanno lavorando per aiutare i nostri concittadini in questo momento drammatico”.