Nettuno, approvato il bilancio e il piano triennale delle opere pubbliche

E’ stato approvato il Bilancio di previsione del Comune di Nettuno e il piano triennale delle opere pubbliche.

“È stato un anno dettato dall’emergenza Coronavirus e nonostante questo abbiamo garantito i servizi essenziali della città – spiega l’assessore al Bilancio Ilaria Coppola – l’emergenza coronavirus, che stiamo ancora affrontando, ha determinato da un lato una forte flessione delle entrate correnti, e dall’altro un impegno finanziario straordinario per far fronte alle maggiori esigenze di sostegno sociale e di lotta alla pandemia. La pressione fiscale in termini di tariffe e aliquote è rimasta invariata e al contempo sono state adottate agevolazioni per le categorie colpite dal lockdown con la detassazione della Cosap e le agevolazioni Tari per le attività colpite dalla chiusura. Questo bilancio – conclude l’assessore Coppola – non era lo strumento che questa amministrazione aveva in mente per la città, anzi lo definirei un “bilancio povero”, ma è sicuramente un bilancio che rappresenta il giusto equilibrio tra le esigenze della città e delle risorse dell’Ente. L’aspettativa è che il futuro ci porti a redigere documenti di programmazione di più ampio respiro e che possano creare opportunità di sviluppo per la comunità nettunese in un contesto di rilancio e sviluppo per il quale ci faremo trovare pronti a cogliere tutte le opportunità. Voglio ringraziare tutti i dipendenti comunali che hanno, insieme all’amministrazione, gestito quest’anno terribile con abnegazione e professionalità, trovandosi a fronteggiare situazioni impreviste ed inimmaginabili solo un anno fa”.

Nell’assise odierna, come detto, approvato anche il piano triennale delle opere pubbliche.

“Questo programma – spiega il Sindaco Alessandro Coppola – è stato strutturato con l’obiettivo di impegnare i fondi a disposizione dell’Amministrazione tenendo conto delle reali necessità espresse dal territorio senza trascurare nessuna tipologia di intervento. Quasi la metà dei fondi impegnati saranno destinati a far fronte al dissesto idrogeologico per un totale di quasi 5 milioni di euro. La volontà dell’Amministrazione è finalizzare la propria azione mettendo in cantiere un corposo intervento di messa in sicurezza del territorio a partire dal consolidamento delle falesie, per cui sono stati destinati 675mila euro, e per concludere con gli interventi per la regimentazione delle acque meteoriche localizzata in ambiti particolarmente critici come Piscina Cardillo, Sandalo di Ponente, Tre Cancelli, via dei Frati, via Beato Padre Pio, Via Genova, Fosso Loricina e Scacciapensieri. Un altro milione di euro è destinato ad interventi alle sedi stradali, a partire dalle periferie”.

Investimento importante anche per quello che riguarda gli impianti sportivi. “Abbiamo destinato 2,5 milioni per la ristrutturazione e messa in sicurezza del Masin, del Borghese e del Palazzetto – spiega il Sindaco Coppola – si tratta di strutture pubbliche fondamentali per la comunità che si prospetta vengano restituite nella propria integrità alla Città di Nettuno. Per il 2021, inoltre, abbiamo previsto altri 2,5 milioni per il completamento della piscina comunale. Altri investimenti sono stati previsti per i beni del patrimonio comunale, per il cimitero comunale, per la realizzazione del centro di raccolta rifiuti e per l’edilizia scolastica con interventi all’asilo nido, alla scuola Sacchi e alla scuola Visca che si aggiungono ai lavori previsti d’ala Citta Metropolitana nelle scuola di sua competenza”

Approvati in data odierna anche il programma biennale dei beni e servizi, il piano delle alienazioni dei beni patrimoniali immobiliari per il triennio 2020/2022.