Anzio- Insabbiamento del canale del porto, Mingiacchi chiede provvedimenti

Scrive al sindaco Luciano Bruschini per sollevare una serie di domande sul problema dell’insabbiamento del porto. In un’interpellanza il capogruppo del Pd, Andrea Mingiacchi, chiede numi sui provvedimenti da intraprendere a breve termine per il ripristino delle condizioni ottimali per far rivivere il porto, consentendo l’ingresso ai grandi pescherecci, alle barche a vela oltre i 22 metri, alle navi commerciali e da diporto. “Il grave insabbiamento del canale del porto è una costante – dice – che ha recato seri problemi all’economia della città poiché impedisce l’ingresso di navi commerciali e da diporto e mette altresì a rischio i pescherecci più grandi di cui alcuni hanno riportato già danni sotto la chiglia. La profondità minima del canale è di 4 metri scarsi con una larghezza di circa venti metri; e che i fondali interni dell’area porticciolo variano dai 2 ai tre metri di profondità. Molte cooperative di pescatori sono già in allarme sul rischio di non riuscire ad uscire dal porto per recarsi a lavoro rimanendo all’interno del porto per evitare di rimanere arenati nei giorni di mare più mosso”.