Trasformare Anzio in un’altra città, Del Giaccio incontra Jaoui il filosofo della creatività

“Trasformare Anzio, la tua città, in Un’altra città”. L’obiettivo di tutti è palesemente quello di dare un taglio al passato e proprio in quest’ottica venerdì prossimo (18 maggio) alle 17.30 presso il molo 5.63 nel parcheggio, sul retro del porto di Anzio, Giovanni Del Giaccio, candidato a sindaco di Anzio con la lista “Un’altra città” e appoggiato dalla lista “PD Del Giaccio Sindaco”, incontrerà Hubert Jaoui, che ha studiato geologia, filosofia, ingegneria e business administration e che nel 1973 ha fondato l’istituto GIMCA di Parigi che collabora con importanti realtà mondiali del business, dell’aviazione e dell’automobilismo, tra cui: Apple, Bayer, Ikea, Michelin, Nestlè, Volvo e Renault. Si tratta di uno dei più importanti esponenti della creatività applicata e Jaoui è un potente motore di innovazione presso aziende private e pubbliche, di sicuro si tratta di un confronto utile a comprendere quali sviluppi potrebbe avere una città dalle potenzialità enormi e (almeno finora) inespresse, aprendo orizzonti e immaginando obiettivi che porteranno benefici e benessere. “Trasformare Anzio, rovesciare il paradigma dominante, fare delle sue bellezze una risorsa e creare un modello di sviluppo che porti occupazione” chiarisce Giovanni Del Giaccio. Come? Con quali strumenti? In quanto tempo? Saranno tutti temi del dialogo tra Giovanni Del Giaccio e Hubert Jaoui.
“Sono onorato della sua presenza perché, a memoria, non ricordo un personaggio della sua caratura venuto ad Anzio per parlare di un modello di sviluppo per il futuro – ha aggiunto Giovanni Del Giaccio, snocciolando le potenzialità visionarie di Jaoui- quando è nata l’esperienza di #unaltracittà l’idea era quella di elevare il dibattito, lo abbiamo fatto, ora vogliamo spiegare ai cittadini come esista un modello di sviluppo credibile e Jaoui ci aiuterà ad avere un orizzonte diverso”.