Lo sfogo di Grimaudo: “L’interesse di pochi ha danneggiato Nettuno”

Riceviamo e pubblichiamo
Buone feste a tutti, questo è il primo pensiero che voglio esprimere e mi auguro che ognuno possa godere delle festività nella massima serenità.
Voglio poi dire grazie a tutti i colleghi commercianti che hanno creduto nella possibilità di essere presenti, ciascuno a suo modo, in questo scenario di festa. Sono dispiaciuto sinceramente di essere stato duro o apparentemente polemico sui social, ma sono arrabbiato e molto.
Resta però l’amaro di dover constatare per l’ennesima volta che l’interesse di pochi ha finito per danneggiare i vantaggi percepibili per la città.
Senza vena polemica ma per onore della verità bisogna ricordarci che i commercianti sono stati i primi ad attivarsi per l’organizzazione di un Natale già complicato per la nostra città. Solo successivamente ci si è resi conto che anche altri avevano intenzione di praticare la via della collaborazione, poi rivelatasi purtroppo fallimentare, e sulla base di ciò si è voluto vedere il passo a chi ha fatto delle proprie competenze canto e controcanto.
Il risultato purtroppo, che svilisce l’intero progetto, che ha offeso la stessa buona fede e fiducia di molti, è sotto lo sguardo di ciascuno. La montagna ha partorito un topolino e al giungere di critiche più che legittime quella montagna ha accampato scuse e ragioni che non trovavano riscontro.
Per finire mi spiace dover leggere accuse anziché scuse: affermare che vi siano interessi personali dietro una critica anche se dura non solo è offensivo ma è anche la dimostrazione che poco si è compreso dello spirito di collaborazione per cui gli interessi (mai personali), sono stati messi da parte preferendo le scelte più condivise possibili.
La critica se aiutata da fatti mai è sterile.
Buon natale

Il presidente dei commercianti.
Salvo Grimaudo