Anzio. Upa: chiediamo confronto con il Sindaco

Gentile Direttore,

L’aggressione per alleviare i problemi di rifiuti della Capitale sta colpendo duramente anche il nostro territorio e ciò mentre la Regione Lazio continua a rimandare colpevolmente l’approvazione di quel Piano Rifiuti che potrebbe mettervi ordine con l’approvazione dei bacini autonomi necessari per chiudere il ciclo in ambiti previsti. Al contrario degli altri comuni, nel caso di Anzio,  ciò sta avvenendo con l’approvazione dell’autorità comunale se e vero, come è vero, che il Comune di Anzio approvò il progetto della Centrale Biogas della Spadellata e, nel caso dell’impianto di stoccaggio rifiuti normali e pericolosi di Padiglioni, il Comune di Anzio ha omesso di definire la propria posizione come richiesto dalla Conferenza Di Servizi del 27 luglio 2018,  facendo scattare il silenzio-assenso. A copertura di tutto ciò si è alzata una cortina fumogena di bugie e false verità che la stampa locale ha il dovere di diradare. La gente deve sapere come stanno le cose e deve saperlo oggi mentre si può ancora fare qualcosa a tutela del nostro territorio. Nel caso del Comune di Anzio chi è preposto alla trattazione di questi problemi non si è nemmeno premurato di chiedere l’applicazione delle norme di sicurezza in vigore che impongono una distanza di 1000 metri da obiettivi sensibili mentre i due impianti sono ad una distanza di meno di 300 metri. La gente deve sapere oggi,  anche a tutela della azioni legali previste ed in atto. Per questo è stato rivolto l’invito al Dirigente responsabile ed alla sua Autorità politica di confrontarsi in un dibattito pubblico per discutere un problema che non dovrebbe vedere divergenze di partito.  Abbiamo chiesto a Giorgio Libralato Membro Tecnico della Commissione Speciale del Comune di Anzio e già collaboratore dell’Ufficio Ambiente, di redigere una nota esplicativa in forma di domanda-risposta per poter semplificare La materia e renderla comprensibile alla gente. In attesa che il confronto pubblico abbia luogo. Auguriamo

Buone Feste a tutta la Redazione.

Ufficio Divulgazione di UNITI PER L’AMBIENTE