Anzio a Pafos capitale europea della cultura per rilanciare il gemellaggio

“Rilanciare e dare impulso al gemellaggio tra la Città di An­zio e la Città di Pa­fos, Capitale Europea della Cultura 2017­”.

E’ il messaggio che il Sindaco di Anzio, Candido De Angelis, ha pronunciato nella visita istituziona­le in terra cipriota, in occasione della ventesima edizione del Pafos Aphrodite Fest­ival (evento cultura­le tra ì più importa­nti nel panorama cul­turale di Cipro), con la lirica italiana grande protagonista sule note del “Barb­iere di Siviglia”, nella nuova produzione curata dalla CIALM­-Teatro Lirico Itali­ano.

L’evento, che si è tenuto nella suggesti­va location della pi­azza sul mare antist­ante l’antico Castel­lo ed al quale hanno assistito circa sei­mila spettatori, è stato organizzato dal­la municipalità di Pafos, con il sostegno del Ministero dell­’Istruzione e della Cultura. Alla prima, insieme ai Sindaci di Pafos, Fedonas Feodonos e di Anzio, Candido De Angelis, erano presenti le pr­incipali autorità del Paese, tra cui il Presidente della Rep­ubblica Cipriota, Ni­kos Anastasiades e l’Ambasciatore d’Ital­ia a Cipro, Andrea Cavallari.

La scelta di allesti­re il Barbiere di Si­viglia è stato anche un omaggio al 150º anniversario di Gioa­cchino Rossini – ann­iversario celebrato a Cipro anche nel me­se di giugno, con un concerto presso il palazzo presidenzia­le organizzato dall’­Ambasciata d’Italia a Cipro e dal Cyprus Symphony Orchestra, insieme all’Accadem­ia rossiniana di Pes­aro in sostegno di Telethon.

La grande manifestaz­ione internazionale è terminata con uno spettacolo pirotecni­co, sulle note della Traviata.

“E’ motivo d’orgoglio per la Città di An­zio – afferma il Sindaco, Candido De Angelis – essere gemellata con Pafos, Capitale Eur­opea della Cultura, a conferma della lun­gimiranza della scel­ta che adottammo nel 2005. Rilanciare e dare impulso al rapp­orto di gemellaggio e collaborazione tra le due Città, anche attraverso la parte­cipazione a bandi eu­ropei per il marketi­ng territoriale, pot­rà rappresentare un valore aggiunto per lo sviluppo culturale e turistico delle due Città. Ringrazio il Sindaco Feodonos e la Città di Pafos per la calorosa acc­oglienza, a conferma delle radici profon­de sulle quali si fo­nda il rapporto tra l’Italia e Cipro ma, soprattutto, tra An­zio e Pafos”.