Anzio. L’Anpi chiede ai nuovi consiglieri impegno delibera a tutela valori della Resistenza

riceviamo e pubblichiamo

“In occasione del presidio antifascista organizzato dalle associazioni e dalle forze di centrosinistra per questo pomeriggio alle ore 18.00 presso Largo Venezia ad Anzio Colonia, l’ANPI Anzio-Nettuno richiederà pubblicamente ai consiglieri che saranno eletti nel nuovo Consiglio comunale un impegno per l’approvazione di una delibera riguardante la defascistizzazione del Comune.
Tale atto, già approvato in molti Comuni italiani, tutela i valori della Resistenza e impedisce manifestazioni dell’estrema destra di stampo nostalgico, discriminatorio, omofobo, xenofobo e razzista. La delibera, fondata su diverse leggi nazionali (Scelba, Mancino) e internazionali (come la Dichiarazione sui diritti dell’uomo), avrà l’obiettivo di promuovere la memoria storica nelle scuole, la sensibilizzazione dei cittadini, in particolare i più giovani, sul pericolo dei nuovi fascismi. Altro aspetto importante della delibera è quello di adeguare il regolamento di occupazione di suolo pubblico: per ottenere l’autorizzazione a manifestare bisognerà dichiarare esplicitamente il rispetto dei valori sanciti nella nostra Carta fondamentale, dichiarando di non professare ideologie razziste, xenofobe, omofobe, antisemite e di intolleranza religiosa e riconoscendo come disvalori fascismo, nazismo.
Chiediamo a tutti i candidati di dichiarare già da ora pubblicamente il loro impegno in tal senso”.

Sezione A.N.P.I. “Mario Abruzzese e Vittorio Mallozzi” di Anzio e Nettuno