Anzio. Brignone: in Commissione ok a richiesta sospensiva tutti gli iter per autorizzazioni impianti rifiuti

“Nella Commissione ambiente (più commissione speciale per gli impianti di trattamento dei rifiuti) di lunedì 3 settembre si è parlato dell’impianto di stoccaggio della ditta Ecotransport. La commissione era stata convocata da me e dalla consigliera Russo affinché l’Assessore Fontana relazionasse sulla posizione del Comune di Anzio e su quanto fatto per la conferenza dei servizi.

Fontana ha espresso la contrarietà del Comune a questi impianti (sia biogas sia stoccaggio rifiuti). Quando gli è stato fatto notare che nella passata commissione disse il contrario, ha dichiarato di essere stato frainteso.

In queste ore il Comune dovrebbe aver assunto un tecnico specializzato per preparare le valutazioni da portare nella conferenza dei servizi. Fatte queste valutazioni ci sarà un ulteriore passaggio in commissione con un confronto tra il tecnico e il geometra Giorgio Libralato (membro esterno della commissione speciale), che gratuitamente già il 23 agosto aveva consegnato all’amministrazione una relazione con tutte le criticità dell’impianto (alcune del quali non avrebbero convinto l’assessore), per poi spedire tutto in Città Metropolitana, dove si decide per l’approvazione dell’impianto. I tempi, a detta dell’assessore, ci sarebbero.

Ho chiesto, al fine di basarci sui fatti e non sulla parole e promesse fraintendibili da ogni lato, di avere tutti gli atti intercorsi tra Comune e Città Metropolitana dopo l’ultima conferenza del 27 luglio. Sto aspettando di averli per fare valutazioni più precise. Ho chiesto, sempre al fine di evitare “fraintendimenti”, che d’ora in poi vengano pubblicati tutti i verbali delle commissioni.

Inoltre è stata accolta la richiesta mia e della consigliera Russo di chiedere una sospensiva di tutti gli iter per le autorizzazioni di tali impianti fino all’approvazione del nuovo Piano Regionale dei rifiuti che deve essere aggiornato dal 2013 e senza il quale è impossibile fare una qualsiasi programmazione seria di scala regionale”.

Luca Brignone