Dai sindaci del Litorale divieti più restrittivi, niente spiagge e bagni fino al 18 maggio

Sul litorale romano più  restrizioni rispetto alle indicazioni date dal governo, i sindaci vietano di andare al mare e nei parchi.
Anche se il Governo ha dato in qualche modo il via libera all’accesso alle spiagge e ai bagni in mare per chi vi abita vicino. Da Ostia e Torvaianica fino al confine con Latina non si potrà comunque andare in spiaggia, al mare a fare un bagno e entrare nei parchi. Lo hanno stabilito i sindaci dei quattro Comuni costieri a sud della Capitale, ossia di Pomezia, Ardea, Anzio e Nettuno, d’accordo con il  presidente del X Municipio di Roma Capitale, cioè di Ostia: nessuno potrà andare al mare oppure frequentare le aree verdi almeno fino al 18 maggio.
Dunque in controtendenza alla linea del Governo. Infatti, in una precisazione sul sito del Ministero della Salute si legge: Chi abita al mare o al lago può fare il bagno purché da solo e comunque mantenendo un metro di distanza dagli altri, e salvo divieti a livello locale. Lo chiarisce la nuova faq sul decreto “#iorestoacasa” pubblicata sul sito del Governo Leggi La risposta del Governo