Nettuno. Lettere: “Caro signor Sindaco non è giusto tenere chiuse le spiagge libere”

Continuano le proteste per la temporanea mancata apertura delle spiagge libere decisa con una ordinanza dal Comune di Nettuno. Queste alcune lettere rivolte al Sindaco Coppola giunte alla nostra redazione.

“Caro Signor Sindaco perché non assume il personale per poter controllare le spiagge libere? In primis daresti l’opportunità di lavorare a qualcuno e secondo dai la possibilità a tutte quelle persone che non si possono permettere di pagare un ombrellone . Avete dato da sfamare a tutte quelle famiglie bisognose e adesso le abbandonate così ? Non è giusto ! Se si decide di aiutare bisogna continuare a farlo sempre . Anna Maria M.

“Dio ci ha donato…il sole. Il mare….
E scusate….Hanno la barca….e si godranno il mare ed il sole. ..
Si possono permettere cabina sdraio ombrellone…e avranno il mare….ed il sole….
E….le persone che scendono in spiaggia per la libertà di un’ora di sole….
VIETATO? VIETATO. ..VIETATO….VIETATO…..
no no no no…. Non é giusto”. scrive Maria Antonietta S.

“Con questa dittatura la dovete finire…le spiagge libere sono dei cittadini e se si rispettano le regole si ha il diritto di starci. Impedite e fate regole a vostro piacimento e quando si devono fare rispettare le cose serie (come la manifestazione ieri a roma) fate come vi pare” scrive Aldo R.