Roma. Tutti a piedi per lo sciopero dei trasporti di oggi giovedì 17 gennaio

Sciopero dei trasporti oggi giovedì 17 gennaio a Roma. E’ la prima mobilitazione di questo 2019. A rischio sono i mezzi di trasporto su ferro e gomma. Alla base della protesta la sicurezza e la salute dei lavoratori. Leggi qui le motivazioni.

Due gli stop programmati, uno di quattro ore l’altro di 24, indetti rispettivamente dai sindacati Usb e da Orsa. Nel corso dello sciopero saranno comunque assicurate le fasce di garanzia: servizio regolare, quindi, dall’inizio delle corse diurne e fino alle 8.30 e poi ancora dalle 17 alle 20. Possibili stop, invece, al di fuori di queste fasce.

Alle 9:30 la situazione dei mezzi pubblici nella Capitale è la seguente:

Metro A: chiusa

Metro B e B1: attiva con riduzione di corse

Metro C: chiusa

Roma-Lido:chiusa

Termini-Centocelle: attiva con riduzione di corse

Roma-Civita Castellana Viterbo: regolare

Bus, filobus e tram: possibili cancellazioni di corse e di linee

Sospese le Z.T.L.: “Centro Storico” diurna dalle ore 06.30 alle ore 18.00 e “Trastevere” dalle ore 06.30 alle ore 10.00 per agevolare la circolazione in occasione dello sciopero.

A rischio la rete Atac con bus, tram, metropolitane e ferrovie Roma-Lido, Termini-Centocelle e Roma-Civitacastellana-Viterbo per una doppia protesta: quella di 24 ore indetta da Orsa e quella di 4 ore, dalle 8.30 alle 12.30, proclamata da Usb.

Per quel che riguarda la rete notturna di bus, gestita sempre da Atac, le linee N (da N1 a N28) e la 913 (linea attiva 24 ore su 24), saranno a rischio nella notte tra mercoledì e giovedì e invece regolari in quella tra giovedì e venerdì.

Aperte le Zone a Traffico Limitato (ZTL) diurne del Centro e di Trastevere non saranno in vigore. Il transito sarà quindi consentito anche ai veicoli privi di permesso. La decisione è stata presa dal Campidoglio per agevolare la mobilità durante lo sciopero del trasporto pubblico.

Nessuna agitazione riguarderà la rete di Roma Tpl i cui collegamenti saranno regolari (si tratta delle linee di bus 08, 011, 013, 013D, 017, 018, 022, 023, 024, 025, 027, 028, 030, 031, 032, 033, 035, 036, 037, 039, 040, 041, 042, 044, 048, 049, 051, 053, 054, 055, 056, 057, 059, 066, 078, 086, 088, 135, 146, 213, 218, 226, 235, 314, 339, 340, 343, 344, 349, 404, 437, 441, 444, 445, 447, 502, 503, 505, 543, 546, 548, 552, 555, 557, 657, 660, 663, 665, 701, 701L, 702, 703L, 710, 711, 721, 763, 764, 767, 771, 775, 777, 778, 787, 789, 808, 889, 892, 907, 907L, 908, 912, 982, 985, 992, 993, 998 e 999, C1 e C19).

Regolari anche le linee di Cotral e Ferrovie dello Stato.

Muoversiaroma.it, sito di Agenzia per la Mobilità spiega che “durante lo sciopero nelle stazioni metroferroviaria che resteranno, eventualmente aperte potrano essere interrotti i servizi di montascale, ascensori e scale mobili, non sarà garantita l’apertura delle biglietterie”. In una nota interna interna Atac “richiama tutto il personale al corretto esercizio del diritto di sciopero nell’ambito della durata dello stesso in ottemperanza alle disposizioni di cui sopra, secondo le modalità indicate dalle organizzazione sindacali proclamanti. Le corse iniziate prima dello sciopero dovranno essere portate a termine”.