Nettuno. Marchiafava: dispiaciuto per gli insulti, ringrazio tutti, Coppola farà bene

“Si potrebbero spendere molte parole, anzi, probabilmente se ne spenderanno fin troppe, in merito ad un percorso duro, complicato, ma comunque appassionante.
Ho vissuto momenti di grande soddisfazione, ho avuto modo di parlare con i nettunesi dei loro problemi quotidiani e questa esperienza mi ha permesso di conoscere, riunirmi e lavorare con persone a cui questa città sta a cuore davvero.
Eppure non mancano le note di dispiacere, dispiacere che non nasce tanto dal risultato elettorale, che premia comunque un amico, un nettunese sicuramente in grado di fare bene, quanto da due fattori che, sinceramente, mi hanno sorpreso molto. Il primo fra tutti è il clima di dispezzo nei miei confronti che ha caratterizzato la campagna sui social network. Non credo di meritare gli insulti che ho avuto modo di leggere, non credo di meritarli io come non credo che li meritino tutti coloro con i quali ho condiviso questo percorso. Inoltre, sono veramente dispiaciuto per la scarsa partecipazione della cittadinanza al ballotaggio. Qualunque sia il credo politico, voltare le spalle ad una tornata elettorale così importante, noncuranti, tra l’altro, del futuro dei propri figli, non è un bene per nessuno e spero davvero di non dover sentire, da oggi, lamentele o disapprovazioni che, alla luce di questo dato, sarebbero indiscutibilmente ingiustificabili. Dalla cittadinanza di Nettuno, piuttosto, mi aspettavo critiche, ancorché severe, ma basate sui contenuti e, di certo, una maggiore partecipazione alle urne.
In conclusione, è doveroso che mi soffermi su alcuni ringraziamenti.
Vorrei ringraziare i 6369 nettunesi che mi hanno ritenuto all’altezza di amministrare la nostra città, ai quali va tutta la mia riconoscenza e il mio impegno per un’opposizione coerente, determinata e costruttiva.
Vorrei ringraziare tutti i candidati e tutti gli amici di Patto per Nettuno e di Democratici per Marchiafava, che con me hanno dato vita e hanno portato avanti la coalizione che mi ha sostenuto; in particolare, grazie a chi ha condiviso con me l’idea folle di Insieme 2019 e che, nonostante le tante divergenze, è rimasto al mio fianco fino alla fine.
Grazie soprattutto ai tanti giovani, che con il loro coraggio mi hanno trascinato nei momenti di difficoltà e con i quali mi appresto a condividere l’esperienza in Consiglio Comunale.
Da ultimo, vorrei ringraziare la mia famiglia, consapevole che questa esperienza avrebbe potuto cambiare le nostre vite, ma sempre pronta a supportarmi. Nettunesi, grazie per le emozioni che mi avete fatto vivere. Waldemaro.